omologazione euro 6D Temp

Il noleggio a lungo termine e l'omologazione Euro 6D e 6D-Temp

Il noleggio a lungo termine risente delle nuove normative di omologazione Euro 6D-Temp: non tutte le case costruttrici hanno tutte le vetturgià a norma.
Dopo lo scandalo del Dieselgate sulle emissioni atmosferiche di CO2 e sui consumi reali dichiarati dalle case costruttrici con prove di laboratorio empiriche, si è giunti ad imporre dei nuovi cicli di omologazione, molto più vicini alla realtà. Nuovi cicli di omologazione che dovranno essere rispettati in tempi stretti e già stabiliti.

Prima di arrivare all’omologazione Euro 6D, che attualmente è il punto di arrivo, siamo passati attraverso molte fasi e sigle: Euro 4, Euro 5, Euro 6A -6B - 6C. Ognuna di queste, portava ad un restringimento sulla normativa della precedente perché, spesso, richieste dalle politiche ambientali, sempre più stringenti, adottate da alcuni paesi e da molte città.
Ora, l’omologazione che sarà obbligatoria da settembre 2019 sarà l’ Euro 6D-Temp che è un passaggio transitorio fa la 6C e la più severa 6D obbligatoria dal 2020. Gia fin d'ora, però, le vetture nuove che saranno immatricolate dovranno già sottostare alle norme 6D-Temp. Per questo molte vetture, attualmente, non sono disponibili neanche per l’immatricolazione con il noleggio a lungo termine.

Ma nel dettaglio, cosa cambia?
Il nuovo e più rigoroso sistema di omologazione si basa su diversi parametri. I primi sono dei test di laboratorio  WLTC (Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Cycles) che in fasi diverse, simulano le condizioni più reali e normali di utilizzo della vettura, con percorrenze  su fondi ed in situazioni diverse: città, autostrada, percorsi extraurbani . La durata dei testi è di 30 minuti  (rispetto alle precedenti normative NEDC sono aumentati di 10 minuti) e vengono svolti a velocità differenti fino ai 130 km. ora. Non solo, a bordo delle vetture ora vengono installati degli optional per aumentare il peso della vettura ed avere così dei dati più realistici rispetto all’uso quotidiano.

Inoltre, per la prima omologazione della nuova auto, le emissioni saranno misurate direttamente sullo scarico   tramite un’attrezzatura portatile, mentre l’auto percorre vari tragitti, come accennato prima, in situazioni diverse e varie velocità.

L’Omologazione 6D-Temp, permette ancora delle tolleranze, seppur ridotte drasticamente, rispetto alle emissioni di ossido di azoto.

Omologazioni fatte con poco carburante, a velocità (bassa) costante, mascherando eventuali sporgenze dell’auto che potevano produrre attriti, sono un lontano ricordo.